torna indietro
ven 3 dic - dom 5 dic
 

WELT

Ogni forma vivente agisce per trasformare il proprio spazio e farne un luogo più adatto alla propria esistenza. Siamo dunque in uno stato di moto perpetuo, produciamo continue possibilità di adattamento che fanno della nostra natura una forma di sconfinamento e mescolanza.
Il nostro assetto anatomico e culturale è un coacervo di provenienze, visioni, idee che provengono da diverse età e orizzonti temporali.
Per fare in modo che tale promiscuità possa preservarsi mantenendo la necessaria ossigenazione è essenziale prendersi cura. La cura come atteggiamento necessario per attivare processi di crescita, convivenza, coabitazione e interconnessione che producano una dimensione ecologica del pensiero.
Avere cura è una inclinazione, uno sbilanciamento verso l’altro da sé. E’ una compromissione della verticalità per “essere con”, mantenersi porosi. Per accogliere, elaborare e proiettare. Porsi in ascolto, fare spazio e produrre nuove geometrie.
Lo slancio vitale e la capacità di attivare alleanze inedite, mescolanza e nuove ritualità, continua ad essere per me un tema aperto e assai necessario, specie in relazione al contesto ambientale e storico che fronteggiamo, all’urgenza climatica e alle mutazioni della natura che di certo ci consegnano il compito di ripensare costantemente le nostre forme dell’abitare e di porci in relazione.
La proposta formativa prevede una duplice matrice della pratica incontrando danzatori e amatori in due momenti distinti del percorso.
Con entrambi i gruppi si procederà da una prima sezione di studio del movimento, processato come mappatura anatomica e orientamento posturale, verso una evoluzione del rapporto con lo spazio e la costruzione di relazioni in tempo reale. La possibilità di depositare gesti e tracciare geometrie interscambiabili e ripetibili diviene la traccia poetica per una condizione collettiva vitale e generativa.


A chi si rivolge?
Prima sessione di lavoro (venerdì e sabato) aperta a danzatori in possesso di una buona conoscenza tecnica di danza contemporanea e predisposti all’improvvisazione e alla pratica compositiva.
Seconda sessione di lavoro (domenica) aperta ad amatori adolescenti e adulti, anche senza esperienza nell’ambito della danza, ma accomunati dal desiderio di fare esperienza di pratica e studio del movimento e del gesto, in una dimensione che dalla sfera individuale volge alla coralità.


Simona Bertozzi
coreografa e danzatrice vive a Bologna, dove si laurea al Dams. Dopo studi di ginnastica artistica e danza classica, approfondisce la sua formazione in danza contemporanea tra Italia, Francia, Spagna, Belgio e Inghilterra. Danza, tra gli altri, per Tòmas Aragay e Virgilio Sieni.

Dal 2005 è impegnata in un percorso autoriale di ricerca coreografica e nel 2008 costituisce la Compagnia Simona Bertozzi | Nexus. 

Nei suoi lavori il linguaggio del corpo risente della compenetrazione di pratiche, pensieri e discipline che fanno dell’atto creativo un sistema multiforme e volto a misurarsi con la contemporaneità.

Negli anni i suoi progetti hanno ottenuto sostegni e ospitalità da parte di importanti circuiti regionali, italiani ed europei, mediante coproduzioni e residenze coreografiche.

Parallelamente all’attività di creazione, si occupa anche di percorsi di alta formazione e collabora con ricercatori e studiosi di arti performative.

Nel 2019 vince il Premio Hystrio Corpo a Corpo e il Premio ANCT (Associazione Nazionale Critici di Teatro) per il percorso artistico e di ricerca segnato dal rigore e dalla radicalità.


Prima di iscriverti, consulta la nostra Pagina Sicurezza per essere informato/a di ciò che è necessario per accedere ai nostri spazi e partecipare ai workshop! 


MODALITÀ DI ISCRIZIONE E PAGAMENTO:

Quando:
Prima sessione (aperta a danzatori)
Venerdì 03 dicembre dalle 15 alle 20
Sabato 04 dicembre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17

Seconda sessione (aperta ad amatori)
Domenica 05 dicembre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17


Dove: Oriente Occidente Studio- Corso Rosmini 58, Rovereto (TN)

Costo: 110 euro per la prima sessione di lavoro, 50 euro per la seconda sessione di lavoro


Per l'iscrizione:
- online --> clicca sul riquadro ISCRIVITI in alto a destra (pagamento online con carta di credito, Postepay o prepagata)
- telefonicamente chiamando lo 0464 431660
- tramite mail scrivendo a gloria.stedile@orienteoccidente.it ed inviando il modulo d'iscrizione >> clicca qui

Poiché i laboratori verranno avviati da Oriente Occidente Studio previa raggiungimento di un numero minimo di iscritti è fondamentale che le iscrizioni pervengano il prima possibile.

La quota d'iscrizione non sarà rimborsata in nessun caso, se non per motivi di salute o per cancellazione dell’attività dovuta all’andamento della situazione COVID-19.

Nel rispetto delle normative Ministeriali e Provinciali per partecipare alla seguente attività verrà richiesto la certificazione verde, da mostrare all’entrata. Per ulteriori informazioni consultare la nostra pagina sulla sicurezza cliccando qui.