torna indietro
gio 29 ago
 

39° Oriente Occidente | un inizio giò sold out

Prima dell’inaugurazione del Festival, sono già tra gli spettacoli sold out

L’inaugurazione del 39° Oriente Occidente è prevista per stasera ma sono già tre gli spettacoli sold out. Già esauriti, infatti, i biglietti per lo spettacolo di apertura, Vertikal di Mourad Merzouki / Centre chorégraphique national de Créteil et du Val-de-Marne, in programma per stasera alle 20.30 al Teatro Zandonai.

Tutto esaurito anche per il 6 settembre, quando debutterà a Rovereto Dreamers l’ultimo lavoro di Fondazione nazionale della Danza / Aterballetto, co-prodotto da Oriente Occidente, un trittico firmato da tre diversi coreografi: Philippe Kratz, il giovane e talentuoso coreografo cresciuto all’interno della compagnia; Rihoko Sato, giovane promessa giapponese della danza contemporanea e il grande Ohad Naharin, coreografo israeliano ideatore del metodo Gaga, che ha ripreso per Aterballetto il suo celebre pezzo Secus.

Infine, nessun posto disponibile per lo spettacolo Sutra, di Sidi Larbi Cherckaoui, il lavoro nato al Sadler’s Wells di Londra nel 2008 e rappresentato in questi undici anni in 33 paesi diversi. Si tratta di un viaggio di un uomo occidentale nell’universo spirituale buddista e nella fisicità più estrema della pratica delle arti marziali, parte integrante della dottrina dei Monaci Shaolin. E saranno proprio 19 Monaci Guerrieri sul palco del Teatro Sociale di Trento a chiudere l’edizione 2019 di Oriente Occidente il prossimo 8 settembre.

Soddisfatto il direttore artistico Lanfranco Cis: «I teatri pieni sono un buon segnale – afferma – che testimonia una forte sensibilità dei cittadini nei confronti della cultura. E gli spettacoli che sono già sold out rappresentano bene lo spirito del Festival: uno spettacolo del coreografo Merzouki che porta la street dance nei teatri, la produzione della grande danza italiana e il prezioso dialogo tra Oriente e Occidente, che da sempre caratterizza il Festival. Il loro successo lascia intendere che le nostre scelte sono apprezzate e che il nostro pubblico è sempre più appassionato e curioso».

Altri appuntamenti altrettanto suggestivi sono ancora disponibili: la biglietteria del Festival è aperta in corso Rosmini 58 ogni giorno fino all’8 settembre tra le 10 e le 14 e tra le 15 e le 18. I biglietti sono disponibile anche online al sito orienteoccidente.it