torna indietro
mer 8 set
 

41° ORIENTE OCCIDENTE

Dopo il successo dello scorso anno, torna domani a Rovereto la compagnia Mal Pelo, stavolta in scena con un duetto ispirato ancora una volta ai testi di Erri De Luca e uno storico solo sulle musiche Johann Sebastian Bach. Nuovo doppio appuntamento con i 20 Di/versi di Balletto Civile. Purtroppo annullato per impegni istituzionali della relatrice l’appuntamento con Francesca Bria per la sezione Linguaggi.


Sono ancora una volta le parole dello scrittore napoletano Erri De Luca a ispirare il lavoro di Maria Muñoz e Pep Ramis, in arte Mal Pelo, che domani, giovedì 9 settembre alle ore 20.30, tornano al Teatro Zandonai di Rovereto per Oriente Occidente Dance Festival. Dopo il successo ottenuto lo scorso anno con l’assolo di Pep Ramis The Mountain, the Truth & the Paradise, coreografo torna quest’anno con un duetto, creato e danzato con María Muñoz.
Partner da oltre trent’anni, Pep Ramis e María Muñoz hanno fondato la compagnia Mal Pelo per portare a compimento una ricerca intorno al movimento sempre correlato a testi e colonne sonore originali. In un viaggio nelle cicatrici della vita che, nella loro visione, si nutre di fallimenti, la loro poetica ruota intorno a tre parole chiave: assenza, speranza, perdita. Creato nel 2015 per la Biennale de la Val de Marne e poi ospitato in tournée in Europa e Canada, ma mai presentato in Italia, The Fifth Winter avvolge due corpi in un’atmosfera meditativa e rarefatta, complici la recitazione (con voce off) e la spazializzazione del suono. In un tempo che sembra non scorrere, María e Pep mettono in atto una serie di strategie per l’attesa, una vigilia di qualcosa che non si palesa su una composizione sonora di Fanny Thollot punteggiata dalle voci della tunisina Alia Sellami e del canto flamenco di Niño de Elche.
Legato al movimento puro e al felice dialogo con la musica l’altro titolo che compone la serata: Bach. Un assolo creato da María Muñoz nel 2005, e in origine da lei interpretato, su preludi e fughe scelte da Il Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach nell’esecuzione registrata dal grande, e unico nello stile, pianista canadese Glenn Gould. In scena c’è l’intensa danzatrice italiana Federica Porello collaboratrice di Mal Pelo da anni che ha ereditato dalla coreografa il brano nel 2016.
Grande successo nei giorni scorsi per 20 Di/Versi, installazione firmata da Michela Lucenti e dal suo Balletto Civile, che porta in scena, trasformandole in madrigali contemporanei, le biografie di 20 tra cittadini e cittadine di Rovereto e dintorni. L’installazione, che racconta la comunità di Rovereto a partire dalle storie e dalle relazioni dei singoli, rimane visitabile fino a sabato alla Sala Kennedy dell’Urban Center di Rovereto, con presenza dei performer alle 11 e alle 17 di ogni giorno.
Il programma prevedeva per domani anche un appuntamento della sezione Linguaggi: l’incontro con Francesca Bria, previsto per le 17.30 alle Sala Conferenze del Mart, è purtroppo stato annullato per impegni istituzionali dell’ospite.


BIGLIETTERIA
I biglietti sono disponibili online al sito orienteoccidente.it e l’acquisto online è supportato da una Infoline a cui si potranno richiedere informazioni e consulenza per l’acquisto da sito (0464016576 e biglietteria@orienteoccidente.it)
La biglietteria de Festival è allestita in Corso Rosmini 58 (piano terra) a Rovereto ed è aperta ogni giorno, da lunedì a domenica, dalle 10 alle 15 e dalle 16 alle 20. 
Per garantire la massima sicurezza di tutte e tutti, per evitare la creazione di assembramenti, non è possibile acquistare i biglietti nei luoghi di spettacolo. L’acquisto però sarà sempre possibile online fino a cinque minuti prima di ogni performance.
Il costo dei biglietti è vario in relazione al luogo di spettacolo e alla fascia di posto. Un’attenzione importante è riservata al pubblico under 30: tutti gli spettacoli sono disponibili per loro a un prezzo di 10 euro ed è disponibile anche il Carnet YOUNG, un carnet di quattro biglietti al costo di 30 euro.