torna indietro
gio 19 ago
 

VOCI DA LONTANO

Anticipa il tema dei viaggi, che guiderà l’intera edizione 2021 di Oriente Occidente e la sua sezione Linguaggi, e lo farà attraverso un viaggio metaforico reso possibile dalla letteratura e dalla tecnologia.

Si tratta di Voci da lontano, ciclo di appuntamenti online che darà spazio a relatori e relatrici in lingua straniera selezionati dalla Libreria Arcadia in collaborazione con Marzia Bona, Anna Benazzoli e Caterina Ghobert che curano quest’anno la sezione Linguaggi del Festival di Rovereto. Sono quattro gli appuntamenti in programma tra il 20 e il 31 agosto e saranno disponibili sulle pagine Facebook della Libreria Arcadia e di Oriente Occidente.

Il ciclo prenderà il via domani, venerdì 20 agosto alle ore 19, con la prima presentazione italiana de Il Tibet in tre semplici passi di Pierre Jourde, viaggiatore curioso che si è misurato in tre riprese, a cavallo degli anni Settanta e Ottanta, con le piste di Zanskar, una vallata desertica dell’Himalaya. Martedì 24 agosto alle ore 19 in programma Nomadland, un racconto d’inchiesta sulle nuove forme di mobilità sociale presentazione del libro di Jessica Bruder da cui è tratto il film omonimo di Chloé Zhao, vincitore del Leone d’Oro alla 77a Mostra del Cinema di Venezia e di tre Oscar nel 2021. Il libro è nato da un’inchiesta giornalistica che, squarciando il velo illusorio del sogno americano, pone al centro dell’attenzione la crescita delle disuguaglianze negli Stati Uniti, dove donne e uomini in età da pensione migrano da un lato all’altro del Paese tra un lavoro precario e l’altro.  

Venerdì 27 agosto è invece la volta di Per antiche strade, un libro capace di trasformare le strade in storie e di dar voce a tutte le persone che le hanno percorse: esploratori, conquistatori e mercanti, profughi, banditi e pellegrini che con i loro continui movimenti e scambi nel corso di millenni hanno composto il ricco mosaico culturale del nostro continente. A presentarlo - alle ore 19 - l’autore, Mathijs Deen.

L’ultimo appuntamento di Voci da lontano in programma per martedì 31 agosto alle 19 sarà la prima presentazione italiana di Inventario di alcune cose perdute, nuovo libro di Judith Schalansky, autrice del famoso Atlante delle isole remote. La storia del mondo è piena di cose che sono andate smarrite nel corso del tempo, distrutte intenzionalmente o semplicemente dimenticate: Inventario di alcune cose perdute è una raccolta di dodici storie, ciascuna dedicata a una cosa che non c’è più. 

Gli eventi di Voci da lontano sono solo online e verranno trasmessi dalle pagine FB di Libreria Arcadia (@arcadia.leggere) e Oriente Occidente (@FestivalOrienteOccidente). Le traduzioni simultanee sono curate da Silvia Turato e Antonio Zotti per la Libreria Arcadia.