torna indietro
ven 3 set
Biblioteca Civica
17.30
 
Laura Canali
 

Il confine non è una linea sottile

Gratuito
È richiesta prenotazione




Modera Elisa Dossi, RAI News 24

La parola “confine evoca immediatamente una linea di colore nero che separa due Stati. A volte bisogna però allargare questa idea: nel sud Italia, per esempio, c’è la Sicilia con tutti i suoi arcipelaghi che sono la nostra linea di confine con il continente africano. L’Italia del Sud infatti non è soltanto una delle nostre frontiere ma è anche la frontiera meridionale dell’Unione Europea insieme alla Spagna e alla Grecia. Questo fatto, apparentemente scomodo, potrebbe essere invece un fattore di grande potenza per tutto il nostro paese.
Le mappe geopolitiche servono a questo: avere un orientamento non solo geografico, restituendo la consapevolezza della propria posizione nel mondo. 
Otto mappe su grande formato, proiettate durante l’incontro ed esposte negli spazi della Biblioteca Civica di Rovereto per una mostra che invita a ricordare come la cartografia sia costruzione e non mera rappresentazione di significati. Ecco dunque che invertire lo sguardo è sovvertire l’immaginario: la Sicilia diventa punto di osservazione dal quale ri-rappresentare l’Italia e riconsiderare lo spazio del Mar Mediterraneo. 

Laura Canali vive e lavora a Roma. Cartografa, collabora con la rivista italiana di geopolitica Limes dal 1993 e con la Scuola di Limes. Ha collaborato con: L’Espresso, i Viaggi di Repubblica, National Geographic Italia, Casa Editrice Paravia e Pearson, Repubblica TV, World Bank, Mondadori, Barilla Foundation, Società Dante Alighieri, Rai Storia, Inarch.


LINGUAGGI

IN MOVIMENTO: politiche, identità, culture

La parola “viaggio” ha tante facce quante il bisogno umano di essere altro da sé. Esplorazione, turismo, pendolarismo, migrazioni forzate, temporanee, cicliche o di ritorno. Forme di mobilità diverse continua...


Verrà allestita una mostra del suo intervento. Per informazioni sugli orari cliccare qui